copia-di-copia-di-copia-di-3-marzo-ore-10-3
,

PLASTIC TAX: IIP LANCIA UN WEBINAR APPROFONDITO DEDICATO ALLE AZIENDE DEL COMPARTO

“PLASTIC TAX: organizzare il sistema di rintracciabilità delle materie plastiche riciclate”, è questo il titolo del primo webinar interamente dedicato ad approfondire le normative da seguire e le procedure da adottare in materia. La prima sessione di formazione si terrà giovedì 29 aprile dalle ore 14 alle ore 18.

La Commissione UE ha adottato nel 2018 la Strategia europea per la plastica nell’ambito del processo di transizione verso un’economia più circolare.

Ai sensi di tale strategia, tutti gli imballaggi di plastica sul mercato UE saranno riciclabili entro il 2030 e l’utilizzo di sacchetti di plastica monouso sarà ridotto. L’ Italia ha recepito tale strategia introducendo la «Plastic Tax», che mira di fatto a ridurre il consumo di «MACSI».
La legge di Bilancio 2021 ha fissato al 1° luglio 2021 l’entrata in vigore della Plastic Tax. L’imposta non è dovuta sulla materia plastica contenuta nei MACSI, se proveniente da processi di riciclo.
In previsione dell’entrata in vigore della “Plastic Tax”, il corso, i cui primari destinatari sono i fabbricanti di MACSI, si pone l’obiettivo di illustrare le prassi operative finalizzate ad assicurare la determinazione e la rintracciabilità dei quantitativi di materie plastiche riciclate utilizzate per la fabbricazione dei MACSI e in termini più generali assicurare la compliance alle regole applicative.

Il programma del webinar, della durata di 4 ore ricche di aspetti da affrontare, verterà sui seguenti punti:

  • La Plastic Tax nella Legge n. 160 del 27 dicembre 2019: quadro degli adempimenti
  • Identificazione dei MACSI sottoposti e non sottoposti ad imposta
  • Materie plastiche da riciclo e sottoprodotti nel quadro legislativo nazionale
  • Caratteristiche delle materie plastiche da riciclo: norme serie UNI 10667
  • Elementi cardine del sistema di rintracciabilità delle materie plastiche riciclate nelle fasi di approvvigionamento, stoccaggio, trasformazione
  • Requisiti dei soggetti che effettuano processi di riciclo: identificazione delle materie plastiche da riciclo e documentazione da conservare
  • La contabilità giornaliera di produzione
  • Organizzazione dello stoccaggio di materie plastiche vergini e riciclate: criteri di identificazione
  • Come strutturare un bilancio di massa.

L’Istituto dispone inoltre di propri laboratori di prova, tecnologicamente avanzati e accreditati, presso i quali esegue analisi di caratterizzazione di materie plastiche provenienti dal riciclo di rifiuti, necessarie alla qualificazione di materie plastiche prime secondarie in conformità alle norme UNI 10667.
Ricordiamo infine che IIP è uno degli organismi riconosciuti  da IPPR (Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo) per il rilascio della certificazione Plastica Seconda Vita (PSV), unico ad operare in regime di accreditamento relativamente a questo schema, ed uno degli Organismi di Ispezione incaricati da COREPLA (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) per l’attività ispettiva presso i Centri di Selezione (CSS) che svolgono per conto del Consorzio l’attività di selezione per polimero/colore della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica provenienti dalla raccolta differenziata urbana.

A tutti i partecipanti verrà  rilasciato un attestato di partecipazione al  corso ed è inoltre previsto un prezzo agevolato per le aziende certificate con IIP.

Informazioni e iscrizioni a questo link: https://www.iip.it/calendario-corsi-di-formazione/

 

copia-di-copia-di-copia-di-3-marzo-ore-10-3